Il castello di Guimaraes, in Portogallo

Purtroppo le 10 giornate di giugno passate in Portogallo, a parte la giornata passata a Lisbona, furono quasi tutte all’insegna del cattivo tempo. Quindi non meravigliatevi se le foto sono tutte un po grigie.
A Guimarães, oltre al centro storico, non ci siamo dimenticati di vedere il suo famoso Castello, indissolubilmente legato a Don Afonso Henriques,  fondatore del Portogallo e simbolo indiscusso di questa città, non a caso considerata il vero “berço de Portugal”, ossia il luogo dove nacque l’attuale Portogallo.
Bragança
Come esempio di Architettura civile potrete ammirare il Paço dos Duques de Bragança, imponente casa signorile del Sec.XV.
“La costruzione del palazzo dei Duchi di Braganza, ispirata alle abitazioni signorili francesi, fu iniziata nei primi anni del Quattrocento e si deve a D. Afonso de Barcelos, primo Duca di Braganza, figlio naturale di D. João, Mestre de Avis, futuro re con il nome di D. João I. Più tardi la residenza dei Braganza fu trasferita nel Palazzo di Vila Viçosa, in Alentejo, e nel corso dei secoli l’edificio andò degradandosi fino a trasformarsi, nel 1807, in caserma militare.
Nel 1937 ebbero inizio i lavori di restauro e il 24 giugno del 1959, esattamente a 831 anni di distanza, il palazzo tornò agli antichi splendori in tutta la sua imponenza gotica di ispirazione normanna. Nell’ala nord del piano terra si trova un piccolo museo di arte contemporanea che ospita dipinti che il pittore José de Guimarães (creatore del simbolo del turismo portoghese) ha donato alla città che gli ha dato i natali.
Guimaraes palazzo BraganzaIl museo occupa le immense sale del primo piano, dove è esposta una collezione di opere d’arte provenienti da musei diversi o di cui sono state fatte delle copie, tra le quali si distinguono alcuni mobili del XVII secolo, collezioni di armi antiche e un notevole complesso costituito da quattro arazzi di dimensioni enormi, che descrivono con dovizia di dettagli l’arrivo dei portoghesi ad Arzila, l’assedio di questa città del Nordafrica e la presa di Tangeri. Gli originali furono rinvenuti a Pastrana, nei pressi di Madrid, e in seguito trasferiti nel palazzo dell’Escorial. Il Governo spagnolo non ha mai autorizzato la restituzione degli originali, ma ha solo concesso il permesso di eseguire delle riproduzioni, quelle che si possono ammirare nel Palazzo Ducale.” Fonte
Guimaraes fonte
Tra le chiese più antiche, segnalo la piccola Igreja de S. Miguel, la cui costruzione originaria risale al Sec. XII; e giardini ben curati che si trovano davanti la chiesetta.

Guimaraes giardiniLeggete anche:
Braga, una città ricca di storia
Braga collage1

 

Annunci