Esperienze di viaggio

renoDa Trieste ad Amsterdam con stop over a Düsseldorf in Germania
In occasione di una, tra le tante offerte della Ryanair, compagnia aerea low cost, decidemmo d’organizzare il viaggio ad Amsterdam, in Olanda, da lungo tempo desiderato, passando per Düsseldorf. Vi chiederete il perché, ed io vi rispondo che lo spirito d’avventura, oltre che all’aspetto economico, fu la molla che ci spinse ad intraprendere il viaggio, facendo tapa a Düsseldorf, che vedete nelle foto. (giugno 2012)
5-12-giugno
Ora vi racconto tutto: Il viaggio ebbe inizio all’Aeroporto di Ronchi dei Legionari, dopo essere arrivati da Trieste col bus n.51, (costo 3.50 euro). Il volo partì alle 20.50 e arrivò all’Aeroporto di Weeze (Düsseldorf)  in perfetto orario (circa 2 ore). Il collegamento col bus diretto a Düsseldorf  avvenne senza inghippi e dopo circa un ora e venti, eravamo alla fermata del bus, situata nei paraggi della Stazione Centrale. Dato la tarda ora prendemmo un taxi che ci portò all’albergo prenotato tramite la Booking.com, che non ci ha mai delusi. Apro una parentesi per dirvi che il bus diretto a Düsseldorf costò 14 euro, di più del costo  del  biglietto del volo.
Il giorno seguente è stato dedicato alla visita della città, purtroppo pioveva, quindi abbiamo deciso di restare al coperto visitando il Museo della ceramica tedesca e quando smise di piovere  passeggiammo sul bel lungo Reno dove spicca la Torre e i ben conservati edifici che costeggiano il fiume. La Königsallee nel centro cittadino è considerata una delle più eleganti e lussuose strade d’Europa, quindi fu d’obbligo la passeggiata, con la visita del Municipio e  alla Marktplatz.
La città è anche sede di Kunstakademie Düsseldorf, una famosa Accademia d’arte che fu uno dei centri maggiori del nascente romanticismo tedesco e diede vita alla cosiddetta Scuola di Düsseldorf.
La Kunstsammlung Nordrhein-Westfalen si trova in Grabbeplatz 5: è un museo d’arte moderna e contemporanea internazionale che espone opere di: Paul Klee, Henri Matisse, Pablo Picasso, Vasily Kandinsky, Joan Miró, Georges Braque, Fernand Léger, Juan Gris, Marc Chagall, Oskar Kokoschka, Alexej Jawlensky, Carlo Carrà, Giorgio de Chirico. Il museo ha due sedi, denominate K20 e K21: il K20, la cui collezione si compone di opere d’arte occidentale e statunitense, è affacciato sulla Grabbeplatz di fronte alla Staatliche Kunsthalle ed al Kunstverein mentre il K21, la cui collezione è centralizzata su opere successive al 1960, si trova nei pressi di Ständehaus. Apro un altra parentesi: Il biglietto costa 17 euro, ma se ci capitate lì al mercoledì, alle 18 l’ingresso è gratis!
“Düsseldorf è famosa per ospitare la più grande comunità giapponese d’Europa. Altre attrazioni che rendono la città degna d’interesse sono:  il Goethe Museum, la Casa di Wilhelm Marx, il Teatro dell’Opera di Dusseldorf, la Collezione artistica della Renania del Nord-Westfalia, l’Accademia d’arte di Dusseldorf,  il Museo della ceramica tedesca, il Film Museum Dusseldorf City Museum, il Museum Kunst Palast, oltre la Torre sul Reno e il Der Neue Zollhoff.”  Fonte web
AMSTERDAM in giugno video

un canale ad Amsterdam

Annunci