La Casa delle Bisse, in giro per Trieste col naso all’insu’

Dopo di avervi fatto vedere  la Casa Terni – Smolars  situata all’angolo tra via Dante e via Mazzini. Ci spingiamo in via San Lazzaro 15, dietro piazza Sant’Antonio, per guardare la Casa delle Bisse.

Costruita in via San Lazzaro nel 1771 dall’architetto Bobolini, la Casa Allodi da noi conosciuta come  “casa delle Bisse”,  ha delle particolarità che risulta impossibile non vederla! Sopra il portone d’ingresso un gruppo scultoreo: una biscia (la bissa) si scaglia a predare la mela d’oro, ma tre aquile si stanno scagliando contro di essa dall’alto. “Le tre aquile sono la Russia, la Prussia e l’Austria che, unite nella Santa Alleanza, stanno combattendo Napoleone Bonaparte (la bissa) lanciato alla conquista del mondo ( la mela d’oro).”  Fonte

Altra particolarità ben visibile è rappresentata dall’abbaino centrale, ornato da inusitate tendine in gesso che vedete nella prima foto.

La targa posta all’interno del portone, reca la scritta “Aedes anno MDCCLXXI ob aque inopiam aceto absoluta”.  La casa è stata costruita utilizzando, nella preparazione delle malte, aceto e non acqua a causa della grave siccità che, in quell’anno, colpì la zona. QUI troverete altri scorci e angoli interessanti di Trieste da guardare senza il timore di prendervi un torcicollo!

Annunci