Ricordi

Buon week-end e se vai in ferie…

 houseConsiglio di dare un’altra letta alle clausole dell’assicurazione – che non fa mai male – e poi pronti a partire!

Di solito si da per scontato di essere adeguatamente coperti dalla propria assicurazione, ma non è sempre così, quindi ci si ritrova a presentare un reclamo che non verrà rimborsato. Volete evitare di rovinarvi le meritate vacanze?

L’assicurazioni di viaggio più diffusa è quella medica, in riferimento alle condizioni di partenza e a malattie o incidenti che possono succedere durante le vacanze. Le altre ragioni più comuni per cui assicurarsi sono: cancellazione di viaggi o simili, bagagli persi e danneggiati, vacanze annullate – specie quando si tratta di last minute o semplicemente perché si perde accidentalmente l’aereo. Fonte web

Ecco i 10 modi più comuni per non riuscire ad ottenere il risarcimento dall’assicurazione.

rischio
Dovete assolutamente evitare di
:

1. Non dichiarare le vostre condizioni di salute.

L’assicurazione non paga se avevate già preesistenti malattie che potrebbero essere causa del ricovero ospedaliero. Se partite già ammalati è responsabilità vostra se vi accade qualcosa durante il viaggio, specialmente se la vacanza è all’insegna dell’avventura.

2. Comperare l’assicurazione più economica

Basarsi solo sul prezzo, finirà per non farvi essere assicurati praticamente su nulla. Cose come passaporto perso, cancellazioni, bagagli finiti chissà dove ecc.

3. Non denunciare alla polizia un furto.

Per ottenere il rimborso, dovete presentare la denuncia del furto.

4. Non dichiarare cosa portate con voi.

Quindi come potete farvi risarcire il Rolex d’oro in caso di smarrimento?

5. Fare paracadutismo acrobatico e lanciavi negli sport più estremi, come il bungee jumping, cicloturismo sui pendii, la nuotata con gli squali, l’assicurazione non copre i danni.

6. Ubriacarsi

L’assicurazione si rifiuta categoricamente di pagare per tutto ciò che può accadervi sotto l’effetto di alcool e droghe. Quindi, se accidentalmente cadete in un canale ad Amsterdam quando eravate un po’ traballanti e perdete il vostro costoso smartphone, dovreste provare che eravate assolutamente sobri.

7. Fare del fight club

Potete sempre dichiarare, a posteriori, che era solo per legittima difesa, anche se vi trovavate nel peggiore bar di Tijuana. L’assicurazione sicuramente non vi darà bada.

8. Capitare in un dirottamento aereo

Il 60% delle polizze assicurative non copre i disagi causati da atti di terrorismo. Quindi, se a qualche passeggero viene voglia di legare il pilota e prenderne il posto, sappiate che non vi verrà risarcito nulla.

Egitto

9. Andare nelle zone a rischio

Come città in cui si stanno svolgendo manifestazioni popolari piuttosto accese o violenti scontri. Siete avvisati. E poi perché andarci??

10. Giocare a golf negli USA

Avere un’assicurazione è d’obbligo quando si va in negli Stati Uniti, ma se per caso colpite un malcapitato giocatore con una pallina dopo un tiro impazzito, la responsabilità sarà unicamente vostra. Meglio assicurarsi che non ci sia nessuno nel raggio di qualche chilometro… o cambiare sport.

Vi consiglio di dare un’altra letta alle clausole dell’assicurazione – che non fa mai male – e poi sarete pronti a partire!

Con nostalgia ricordo le splendide vacanze passate in Tunisia, anche a Sousse, ora diventate delle zone a rischio.

Annunci