Circolo Polare Artico: foto di Gallivares e Lulea d’inverno

Il freddo di questi giorni mi fece venire in mente il capodanno passato al Circolo Polare Artico con la temperatura che s’aggirava intorno ai 20 sotto zero, fortunatamente senza vento.
Ricordo che in previsione del viaggio comperai delle calzamaglia e magliette sopra pelle in lana d’angora e tante maglie in “pile”, giacca a vento, sciarpe, berretti, guanti, calze e scarponi adatti a quei climi. Quando fa tanto freddo ci si deve vestire a strati, cioè, prima l’intimo e poi i vari pezzi del vestiario, che vi toglierete man mano che si raggiungono dei luoghi più caldi, per esempio i ristoranti, grandi magazzini, il vostro albergo, che di solito sono molto riscaldati. Un consiglio: Non indossate nulla in cotone, per il fatto che se si bagna sono guai seri! Un’altra cosa: nell’estremo nord d’inverno non servono gli occhiali da sole, tanto li, a parte alcune ore di penombra, è sempre notte. Quindi noi siamo molto più fortunati, perché le ore di luce son molto più lunghe.

Se vi interessano: qui troverete, in tempo reale, i valori delle temperature delle principali capitali del mondo. 

Annunci