Vista dalla Napoleonica

Sul Lanaro

Sul Lanaro

Ieri, ho passato una bella giornata sul altipiano triestino, con escursione sul monte Lanaro. Piacevole camminata su per la collina , dove un agevole sentiero ci ha permessi di arrivare, dopo circa un ora, alla veduta panoramica che domina tutta la vale, dalle montagne innevate della vicina Slovenia, al golfo, ieri un po grigio, ma
sempre affascinante.
L’escursione è stata organizzata per dar modo ai soci della “Banca del Tempo
Altrotempo”, di sgranchirsi le gambe in attesa del pranzo, che è stato
consumato in un agriturismo aperto solo i fine settimana. Il lauto pranzo è
stato innaffiato dal “bianco” e dal “terrano”, vini prodotti dall’oste che ci
ha ospitati, che accompagnavano i piatti della loro cucina tradizionale
carsolina.

L’incontro è servito per scambiarci gli auguri natalizi e quelli per il 2008,
che è in dirittura d’arrivo. Con l’occasione la Banca del Tempo triestina ha
offerto il vino e le bibite ai soci partecipanti all’incontro, per brindare
insieme in allegria.

La Riserva Naturale
del Monte Lanaro a Trieste, interessa i comuni di Monrupino e Sgonico.

Confina a nord con la Repubblica di Slovenia.

“L’area considerata, si sviluppa su una superficie di 285 ettari, è
estremamente rappresentativa dell’ambiente carsico e si trova in posizione
piuttosto decentrata rispetto ai centri abitati. Comprende una tipica area
carsica, calcarea e calcareo-dolomitica (quindi meno incarsita), con rilievi di
tipo collinare e presenza di doline e di altri fenomeni carsici. La dolina,
grazie al fenomeno dell’inversione termica per cui l’aria fresca e umida
ristagna sul fondo, permette di ospitare anche specie del Carso montano interno”

Annunci